JP2012 - EXIT - Sistema di assistenza alla guida basato sulla visione ESTERNA-INTERNA

Data inizio
1 gennaio 2014
Durata (mesi) 
24
Dipartimenti
Informatica
Responsabili (o referenti locali)
Cristani Marco
Parole chiave
JOINT PROJECT, VISION, IMAGE PROCESSING, THREE-DIMENSIONAL MODELLING, OBJECT RECOGNITION, DETECTION

PREMESSA
Ogni minuto, in media, almeno una persona muore in un incidente stradale. Inoltre rimangono feriti in incidenti d’auto almeno 10 milioni di persone ogni anno, molti in maniera grave.. Per questo motivo molti stati membri delle Nazioni Unite hanno deciso di recente di dare priorità ai problemi legati alla sicurezza stradale e le aziende automobilistiche hanno indirizzato il loro business nell’ambito della sicurezza attiva, con la realizzazione di sistemi avanzati di assistenza al guidatore (sistemi ADAS).
Questi sono una varietà di sistemi elettronici progettati per agevolare la guida in situazioni di traffico o allarmare il guidatore in caso di potenziale pericolo. I sistemi ADAS basati sulla visione analizzano tipicamente l’ambiente circostante, rilevando la carreggiate, pedoni, segnaletica e altri veicoli; esistono poi sistema che monitorano le condizioni del guidatore, riconoscendo deficit di attenzione dovute a stanchezza o distrazione.

OBIETTIVI
Lo scopo di questo progetto è connettere i due sistemi, realizzando un nuovo prototipo ADAS basato sulla visione in grado di mettere in relazione la postura del guidatore con la scena esterna, stimando il suo centro di attenzione.

PROCEDIMENTO
Questo porterà ad una nuova generazione di sistemi ADAS, dove l’intervento attivo del sistema dipende dallo stato del guidatore. Per esempio, se il bimbo seduto sul sedile posteriore si mette a piangere e la madre al volante si volta a controllare cosa sta accadendo, il sistema riconosce che l’attenzione della madre non è più sulla strada, e automaticamente passa alla guida automatica. Questo prototipo sarà composto da tre entità:
  1. un tracking robusto di faccia e occhi che indica la direzione di vista del guidatore;
  2. un sistema di riconoscimento e tracking di oggetti, in grado di riconoscere pedoni, veicoli e carreggiata;
  3. un modulo che fonde insieme l’output dei due moduli precedenti, permettendo di rilevare se il guidatore è focalizzato sul pericolo.

MAIN PARTNER
EVS EMBEDDED VISION SYSTEMS SRL

Enti finanziatori:

eVS embedded Vision Systems s.r.l.
Finanziamento: assegnato e gestito dal Dipartimento

Partecipanti al progetto

Marco Cristani
Professore ordinario
Aree di ricerca coinvolte dal progetto
Sistemi intelligenti
Artificial intelligence

Attività

Strutture