Nuove tecnologie e lotta al (cyber)terrorismo ed al discorso d’odio in

Data inizio
1 febbraio 2017
Durata (mesi) 
24
Dipartimenti
Scienze Giuridiche
Responsabili (o referenti locali)
Flor Roberto

Il nuovo millennio è stato caratterizzato dall’esplosione di Internet e dei nuovi mezzi tecnologici, che ha comportato dei cambiamenti epocali in ogni settore della vita umana. Essi offrono molteplici opportunità di sviluppo, sul piano sociale, culturale ed economico, ma possono costituire altresì, da un lato, un terreno fertile per nuovi modi e tipi di comportamenti di rilievo penale, e dall’altro lato innovativi strumenti e mezzi per la ricerca delle prove e, in generale, per il contrasto a gravi fenomeni criminosi congenitamente transnazionali. La ricerca si propone, attraverso un approccio interdisciplinare ed il metodo innovativo basato sulla disciplina legale delle regole dell’informatica e della programmazione, a cui è necessario attribuire un “valore” giuridico che si adatti alla loro natura globale, di proporre dei modelli di regolamentazione di carattere nazionale ed europeo dei fenomeni criminosi gravi e transnazionali, in particolare legati al terrorismo ed all’hate speech, che si adattino al mutato contesto tecnologico e, allo stesso tempo, che considerino l’assetto multilivello delle fonti attraverso un approccio integrato, che tenga conto anche della giurisprudenza delle Corti superiori.
 

Partecipanti al progetto

Roberto Flor
Ricercatore

Attività

Strutture