Strategia di allenamento ottimizzata per per la pratica del ciclismo

Data inizio
8 gennaio 2018
Durata (mesi) 
24
Dipartimenti
Neuroscienze, Biomedicina e Movimento
Responsabili (o referenti locali)
Schena Federico

Tra le forme di esercizio fisico efficaci nel migliorare la salute, il ciclismo è uno degli sport più popolari in Italia. Per migliorare performance e salute, evitando nel contempo possibili danni da attività ed overtraining, la pratica ciclistica sia agonistica che amatoriale richiede la definizione ed il monitoraggio di un carico di lavoro ottimale individualizzato (definito da durata, intensità e frequenza).
La definizione di un’intensità adeguata di esercizio e l’implementazione di una dose di esercizio individualizzata richiedono l’accurata determinazione dello stato di fitness. Il concetto di “critical intensity” (CI) viene diffusamente utilizzato per determinare e monitorare la fitness. La versione al cicloergometro del test di Conconi è un test da “campo” sottomassimale che consente la determinazione a basso costo e semplice della Potenza a CI, tramite un ergometro accurato ed il punto di deflessione della frequenza cardiaca. Tuttavia, la corrispondenza con le tecniche di riferimento ed il protocollo ottimale in relazione alle caratteristiche (età, sesso, fitness) della popolazione testata restano da definire. In particolare mancano completamente dati relativi a cicliste femmine ed anziani.
In questo contesto, l’ergometro “Magnetic Days” (MD, ORF srl) consentirebbe la valutazione su vasta scala, in diverse titpologie di soggetti. Portabilità, basso costo/ingombro ed elevata accuratezza della misura di potenza sono le caratteristiche più interessanti di questo strumento. La ORF è interessata a sviluppare ed implementare protocolli basati su evidenza per la valutazione ed il training individualizzati in ciclisti professionisti ed amatori di entrambi i sessi.
Pertanto, scopo di questo studio è sviluppare e validare in ciclisti maschi e femmine, di diversi livelli agonistici ed età, un protocollo incrementale ottimale per la determinazione della CI, basato sul punto di deflessione della frequenza cardiaca.

Partecipanti al progetto

Federico Schena
Professore ordinario

Attività

Strutture