Una piattaforma di coaching virtuale basata su IoT per assistere le persone con sindrome di Down nelle attività della vita quotidiana durante il processo di invecchiamento

Data inizio
1 gennaio 2018
Durata (mesi) 
24
Dipartimenti
Informatica
Responsabili (o referenti locali)
Pravadelli Graziano

I progressi nelle cure e nei trattamenti medici hanno aumentato l'aspettativa di vita delle persone con sindrome di Down ben oltre i 60 anni. Tuttavia, tali persone subiscono un processo di invecchiamento accelerato che si manifesta in una serie di problematiche talvolta differenti rispetto a quelle del resto della popolazione. L’utilizzo di tecniche di coaching per preservare o prolungare l’autonomia funzionale e il benessere sociale e promuovere l’invecchiamento sano delle persone con sindrome di Down, è una strada percorribile solo se si tiene conto della loro specificità.
In questo contesto, il progetto ADA mira a realizzare un innovativo approccio di coaching virtuale al fine di rafforzare il cosiddetto "stato dell’io adulto" delle persone con sindrome di Down per aumentare la loro percezione di autoefficacia e aiutarli ad affrontare le sfide della quotidianità. L'approccio di ADA sarà implementato in una piattaforma di coaching virtuale che sfrutta oggetti smart e tecnologie IoT per supportare l'utente in base alle proprie esigenze. Saranno sviluppati strumenti di data analysis e di supporto alle decisioni per analizzare i bisogni dell’utente, associarli al relativo piano di coaching e sostenerli nello svolgimento delle attività quotidiane. La piattaforma di coaching sarà validata in un caso d'uso relativo all’assunzione controllata dei farmaci, al fine di definire un primo prototipo del sistema e dimostrare la fattibilità dell'approccio. Il progetto sarò realizzato da un gruppo multidisciplinare composto da professionisti nell’ambito dei servizi sociali, esperti di coaching, ricercatori sulle tematiche legate all’educazione delle persone con disabilità intellettuale, ed esperti in IoT, sistemi embedded e data analytics. Per rafforzare ulteriormente il contributo scientifico del progetto, si prevede inoltre la costituzione di un comitato di indirizzo che possa aiutare nella definizione degli obiettivi del progetto e promuoverne i risultati

Partecipanti al progetto

Graziano Pravadelli
Professore associato

Attività

Strutture