Psicologia della percezione (2009/2010)

Corso disattivato non visibile

Codice insegnamento
4S00044
Docente
Roberto Burro
Coordinatore
Roberto Burro
crediti
4
Settore disciplinare
M-PSI/01 - PSICOLOGIA GENERALE
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
II semestre dal 1-mar-2010 al 15-giu-2010.

Orario lezioni

II semestre
Giorno Ora Tipo Luogo Note
lunedì 11.30 - 13.30 lezione Aula I  
giovedì 14.30 - 15.30 lezione Aula D  

Obiettivi formativi

La percezione visiva, così come quella nelle altre modalità sensoriali, deriva solo in parte dalle caratteristiche delle fonti esterne di stimolazione, e scaturisce essenzialmente dall’esperienza dell’osservatore. Si parla quindi di psicologia della percezione per indicare l’insieme di elaborazioni cognitive che, applicate ai segnali provenienti dal mondo esterno, ne determinano l’esperienza percettiva.
L’obiettivo formativo di questo corso è quello di fornire un panorama ampio e articolato dei fenomeni nervosi e mentali alla base dell’esperienza percettiva. Verrà privilegiato un approccio multidisciplinare, in cui gli aspetti tradizionali della psicologia della percezione saranno integrati con i corrispondenti fenomeni studiati dalle neuroscienze cognitive.

Programma

- Organizzazione anatomica e funzionale del sistema visivo
- La visione del contrasto
- La psicofisica
- Percezione di stimoli bidimensionali
- Le illusioni visive
- La percezione dello spazio e della profondità
- I movimenti oculari
- La percezione del movimento
- La percezione del colore
- Il riconoscimento degli oggetti
- Percezione e azione
- Attenzione e percezione
- Ricerca visiva
- Apprendimento, memoria e percezione
- Udito: fisiologia e psicoacustica
- Udito e ambiente reale
- La percezione della musica e del linguaggio
- Il tatto
- L'olfatto
- Il gusto

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
J.M. Wolfe ed altri Sensazione & Percezione Zanichelli Editore 2007 978-88-08-06745-6

Modalità d'esame

L'esame si svolge solitamente in forma scritta