Introduzione alle Ontologie Formali

Relatore
Matteo Cristani - Univessità di Verona, Dipartimento di Informatica

Data e ora
martedì 14 dicembre 2004 alle ore 17.30 - ore 17.00: tè,caffè e biscotti/ini

Referente
Matteo Cristani

Referente esterno

Data pubblicazione
24 novembre 2004

Dipartimento
 

Riassunto

Sempre più di frequente le tecnologie di Basi di Dati e
Intelligenza Artificiale beneficiano di tecnologie per coadiuvare il
processo di integrazione dell’informazione sia strutturata che
semistrutturata, che si fondano su modelli “centralizzati” di unificazione
delle terminologie sia allo scopo di favorire l’accesso su piattaforme
multilingua sia per garantire una riduzione dell’ambiguità semantica
determinata da termini generici polisemici o intesi in domini specifici dove
acquistano un senso “ad hoc”. Le moderne piattaforme SQL impiegano, ad
esempio, ER esteso, e molti sistemi di basi di dati hanno adottato
tecnologie semantiche per il web querying come OWL, o addirittura si
appoggiano su standard linguistici come SUMO (Suggested Upper Merged
Ontology) o WordNet. La modellazione concettuale e la rappresentazione della
conoscenza hanno, in altro parole, fatto emergere la necessità di strumenti
tecnologici per garantire la non ambiguità dei significati, strumenti che
definiscano i termini vincolandone l’interpretazione. Il termine invalso
nell’uso per queste tecnologie è Ontologia Formale. Nel seminario si
introduce il tema delle Ontologie Formali dal punto di vista tecnico, si
presentano i principali risultati sulle metodologie e si enunciano problemi
aperti e prospettive scientifiche del settore.

ornamento
Inizio pagina