Corso su Reactive Programming, RxJS e Angular

  mercoledì 12 settembre 2018

Mercoledì 12 settembre dalle 15 alle 18 nel Laboratorio Delta - Dipartimento di Informatica - Strada le Grazie 15

Un intero pomeriggio di teoria e live coding per comprendere il paradigma funzionale reattivo, i segreti della libreria RxJS e sfruttare le sue potenzialità nell’ultima release di Angular.

Il corso è gratuito e aperto a tutti previa iscrizione su https://www.eventbrite.it/e/biglietti-mini-corso-su-reactive-programming-rxjs-e-angular-verona-49152081198

La giornata è suddivisa in 3 sessioni con altrettanti speaker:


1. Introduzione alla Programmazione Reattiva - Michele Stieven

Nella prima sessione Michele Stieven introdurrà il paradigma della Programmazione Reattiva e la sua filosofia, si parlerà di RxJS e del mondo degli Observable, evidenziandone le caratteristiche e i vantaggi rispetto ad uno stile di programmazione imperativo. Si parlerà delle varie tipologie di Observable e del loro ciclo di vita, verranno spiegati i ruoli di Observer e Subscription, e infine verrà introdotto il concetto di operatore, sia dal punto di vista teorico che pratico.


2. The power of RXJS - Enrico Giacomazzi

Come ormai noto rxjs è parte fondamentale dell’ecosistema di angular, ma questo non implica che questo sia il suo unico target di utilizzo. In questa sessione vedremo come creare una semplice web app in vanillaJS cercando di sfruttare le peculiarità della programmazione reattiva e alcuni degli operatori offerti da rxjs, per comprendere l’interazione con il DOM, eventi e Promise e ponendo l’attenzione su possibili errori in cui può incappare chi affronta questo pattern le prime volte.


3. RXJS e Angular - Fabio Biondi

RXJS rappresenta una delle dipendenze principali dell’ultima release del framework Angular. 
In questa sessione Fabio Biondi descriverà l’integrazione di RxJS in Angular e di come la programmazione reattiva possa essere sfruttata per la manipolazione di dati, per la comunicazione con il server, nell'integrazione di form reattivi, del router, per la manipolazione del DOM, la creazione e gestione di custom components, pipes, direttive e molto altro.



Organizzazione

Strutture del dipartimento