Seconda edizione della scuola di dottorato sul controllo di robot chirurgici

  from 7/9/18 to 7/13/18.
Seconda edizione della scuola di dottorato sul controllo di robot chirurgici (COSUR)

Dal 9 al 13 Luglio, 26 partecipanti e 16 relatori, provenienti da quasi tutti i continenti, si sono riuniti a Verona per partecipare a COSUR 2018, la seconda edizione della scuola biennale di dottorato sul controllo di robot chirurgici, organizzata dal laboratorio di robotica ALTAIR, in collaborazione con i progetti Horizon 2020 ARS (Autonomous Robotic Surgery) e SARAS (Smart Autonomous Robotic Assistant Surgeon). COSUR ha lo scopo di introdurre gli studenti all’ambiente multidisciplinare della ricerca in chirurgia robotica, con particolare attenzione agli algoritmi di controllo usati in chirurgia robotica e all’impatto del fattore cognitivo nel direzionare il controllo.

La scuola ha visto la partecipazione di dottorandi e ricercatori provenienti da diversi percorsi accademici: dalle scienze informatiche, all’ingegneria, fino al campo medico. I partecipanti hanno avuto la possibilità di apprendere da relatori molto conosciuti e di lavorare insieme a progetti di gruppo in un’atmosfera positiva e amichevole. Il programma della scuola è stato organizzato in quattro percorsi: tecnico, medico, progettuale e laboratoriale. Gli interventi in campo medico hanno visto il contributo di alcuni tra i migliori specialisti in chirurgia robotica, come Franca Melfi, docente dell’Università medica di Pisa, esperta in chirurgia toracica, Marco Zenati della Harvard Medical School, pioniere nella chirurgia robotica cardiaca, Alberto Arezzo dell’Università di Torino, chirurgo endoluminale, e Salvatore Siracusano, figura di riferimento nel campo dell’urologia nell'ateneo scaligero. In cattedra non solo rinomati esperti in ambito clinico, ma anche giovani ricercatori come Caitlin Schneider dalla UBC di Vancouver, esperta in elaborazione di immagini mediche. Le lezioni tecniche sono state condotte da affermati ricercatori nel campo della chirurgia robotica come Alicia Casals, docente dell’Università Politecnica della Catalunia, Arianna Menciassi della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa e Philippe Poignet dell’Università di Montpellier.

Le sessioni in laboratorio si sono concentrate sulla teleoperazione e il machine learning. Il lavoro è stato organizzato in piccoli gruppi per incentivare la collaborazione e il confronto tra i partecipanti. I risultati sono stati presentati all’intero gruppo e poi valutati il giorno finale. “I robot autonomi avranno un ruolo sempre più importante nel campo della chirurgia autonoma, ma l’intelligenza artificiale è spesso fonte di paure e conoscenze approssimative, questo dovuto alla mancanza di un framework comune di lavoro e in generale alla poca attenzione data alla comunicazione scientifica", spiega Paolo Fiorini, fondatore e direttore del laboratorio ALTAIR. "Grazie alla conoscenza acquisita con i progetti europei condotti dal laboratorio ALTAIR e al supporto del Da Vinci Research Kit proveremo ad identificare i tasselli principali che costituiscono la chirurgia autonoma, così da colmare questo vuoto”.

“Le lezioni sono state sorprendenti, mi hanno permesso di conoscere il punto di vista di chi lavora in campo medico, sono un ingegnere e questo mi ha dato buone idee per il futuro”, racconta Jacob, laureato magistrale in robotica all'EPFL di Losanna.  “Lo staff di COSUR, è stato davvero accogliente e attento a tutti gli aspetti logistici e tecnici; ho apprezzato le attività di laboratorio sulla teleoperazione e il machine learning e ho sentito il loro entusiasmo nell’aiutarci a capire ciò che stavamo facendo”, ricorda Oscar, PhD in robotica alla Sorbona di Parigi. Oltre al programma di studi i partecipanti hanno potuto visitare Verona accompagnati da una guida che li ha condotti a scoprire le bellezze della città. Nella tradizionale cena comunitaria hanno inoltre potuto apprezzare la cucina tradizionale italiana.

La scuola è stata fondata dai progetti europei ARS, SARAS e MURAB, dalla Scuola di dottorato in Scienze naturali e ingegneristiche, dal dipartimento di Informatica e dal progetto Robiopsy. Appuntamento nel 2020 per la prossima edizione di COSUR.


 

Attachments

  • jpeg   foto   (jpeg, it, 75 KB, 01/08/18)
  • jpeg   foto 2   (jpeg, it, 142 KB, 01/08/18)
  • jpeg   foto 3   (jpeg, it, 83 KB, 01/08/18)
  • jpeg   foto 4   (jpeg, it, 87 KB, 01/08/18)
  • jpeg   foto 5   (jpeg, it, 86 KB, 01/08/18)
  • jpeg   foto 6   (jpeg, it, 85 KB, 01/08/18)
  • jpeg   foto 7   (jpeg, it, 83 KB, 01/08/18)
  • jpeg   foto 8   (jpeg, it, 75 KB, 01/08/18)



Contact person
Paolo Fiorini

Department
Computer Science